BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

L'UOMO DELLA NEVE/ Il viaggiatore più sfortunato al mondo: bloccato in ogni aeroporto dove si reca

Pubblicazione:

Un aeroporto fermo per neve  Un aeroporto fermo per neve
<< Prima pagina

Il suo volo per New York, come molti altri, viene cancellato. Decide di fermarsi all'aeroporto per la notte nella speranza che l'indomani mattina gli sia possibile partire. Niente da fare: il sacrificio di dormire su scomode poltroncine non viene ripagato e fino al 26 dicembre non si parla di partire per l'America.

Christopher torna a casa e passa il suo bel Natale, pensando al sole caldo dei Caraibi. Il 26 dicembre finalmente tutto a posto e si arriva regolarmente a New York. Tutto a posto? Neanche per sogno. Perché adesso la tempesta di neve da Londra si è spostata sulla Costa Est degli Stati Uniti. Il volo per Miami manco a dirlo viene cancellato. Antonio viene a sapere che il volo successivo che potrà portarlo a Miami è il 27 dicembre, ma da un altro scalo aereo, il La Guardia. Deciso a far di tutto pur di arrivare al matrimonio del cugino, il buon Christopher non desiste: prende un taxi nella tormenta e arriva a La Guardia.

Qui scopre con piacere che gli addetti allo scalo hanno preparato brandine e coperte per tutti i passeggeri nelle sue condizioni. "E' l'hotel La Guardia" lo definirà scherzosamente il direttore dell'aeroporto. Dunque, seconda notte a dormire in un aeroporto.Il 27 dicembre si parte e si arriva a Miami.
 

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >