BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BELGIO/ La proposta: Sciopero del sesso per costringere i deputati a formare il governo

Pubblicazione:

Il Parlamento del Belgio  Il Parlamento del Belgio

Una senatrice belga ha invitato le mogli dei parlamentari del suo Paese a rifiutarsi di fare sesso fino a quando i loro mariti non saranno riusciti a formare un nuovo governo.


PUNTO MORTO POLITICO - L’esponente fiamminga del Partito socialista, Marleen Temmerman, ha proposto l’astinenza sessuale come un modo per porre fine al punto morto politico che ha fatto seguito alle inconcludenti elezioni dello scorso giugno. Con 248 giorni senza un esecutivo, il Belgio infatti è a un giorno dal record dell’Iraq (249). Questa non è la prima iniziativa inusuale con lo scopo di ottenere dei colloqui parlamentari in Belgio. Un comico di Bruxelles ha suggerito che gli uomini dovrebbero smettere di radersi fino a quando non sarà stato siglato un patto di coalizione. Purtroppo però il rischio di un elettorato sempre più irsuto non è stato sufficiente a fare partire un nuovo giro di negoziati.
 

NIENTE SESSO SENZA GOVERNO - Temmerman ha quindi deciso di scendere direttamente sul piano personale, e ha suggerito che un’unione politica potrebbe essere incentivata dalla prolungata mancanza di unioni sessuali. Come scrive il sito aolnews.com, Temmerman ha chiesto alle mogli e alle ragazze dei membri del partito di «tenere chiuse le gambe». Ed essendo anche una ginecologa rispettata, ha chiesto quindi a tutte le donne di «astenersi dal sesso fino a quando sarà stato raggiunto un accordo». Non soddisfatta ha esteso lo stesso invito ai partner «di ogni genere» di tutti i membri eletti nel Parlamento.
 



  PAG. SUCC. >