BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CILE/ Donna lancia falso allarme bomba per impedire al fidanzato di decollare

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

BOMBA NELLA STIVA - Quando questo stratagemma non ha funzionato, Guajardo ha chiamato di nuovo, dichiarando che c’era una bomba nella stiva. L’aeroplano stava già rullando sull’asfalto, quando i piloti allertati dalla torre di controllo lo hanno parcheggiato in un punto remoto dello scalo. Le 312 persone a bordo sono state fatte scendere e la polizia con i cani anti-esplosivo ha cercato meticolosamente in tutte le valigie. Nel frattempo, i tabulati hanno mostrato che entrambe le chiamate sono state fatte da un telefono cellulare che il signor Gomez aveva lasciato a casa. Guajardo ha quindi confessato ed è stata arrestata.


BACIO IN TRIBUNALE - Ma la donna è comunque riuscita nel suo intento di costringere Gomez a restare in Cile. Le altre 311 persone sono invece ripartite il lunedì successivo. «Sì, sono dispiaciuta per quello che ho fatto, non era la cosa migliore da fare, ma se non altro ora lui è qui», ha detto Guajardo fuori dal tribunale. Guajardo e Gomez hanno detto di fronte al giudice che convivono da otto anni e hanno tre figli. L’uomo ha spesso lavorato come un cameriere su navi da crociera, e stava nuovamente lasciando la sua casa dopo essere rimasto per un anno e mezzo a Santiago. «Non posso essere arrabbiato, devo sostenerla. Quello che lei desidera è amore, e niente più», ha detto Gomez, e i due si sono baciati di nuovo di fronte alle telecamere, come se fosse una soap opera.
 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >