BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CARAIBI/ (Video) Una spiaggia dove Boeing e Airbus atterrano tra i bagnanti

Pubblicazione:

Un atterraggio visto dalla spiaggia  Un atterraggio visto dalla spiaggia
<< Prima pagina

 

 

L’isola è servita da molte delle compagnie aeree più importanti, che utilizzano lo scalo per aeroplani di grandi dimensioni che includono Boeing 747, Airbus A340, McDonnell Douglas MD-11 che ogni giorno portano turisti da tutto il mondo. La pista principale del Pjiae è molto più corta della media, e la sua collocazione tra una grande collina e una spiaggia crea uno scenario spettacolare. Gli appassionati di aviazione ne approfittano spesso per scattare foto dei grandi jet a soli pochi metri dalle teste delle persone che prendono il sole, e che spesso quando sono sfortunate vengono scagliate con forza dai loro lettini. Ma come se non bastasse, sull’isoletta si trova anche un secondo aeroporto, più piccolo del primo, situato sul lato nord e chiamato Grand Case-Esperance.
 

Anche se a causa della posizione sfavorevole, durante la stagione degli uragani gli aerei sono costretti ad atterrare tra nebbie fittissime. Fortunatamente, quella di fronte all’aeroporto non è l’unica spiaggia tropicale di Saint Martin, dove si trovano anche numerosi locali ideali per chi desidera divertirsi la sera. La superficie dell’isola è di 87 chilometri quadrati, circa un terzo dell’isola d’Elba, eppure questo lembo di terra nell’Oceano è diviso tra due nazioni: il nord è della Francia, il sud delle Antille Olandesi. Si tratta della più piccola isola al mondo a essere divisa tra due Stati. Entrambi però utilizzano una sola moneta, l’euro, e comunicano in inglese.
 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
09/02/2011 - avvicinamenti (paolo rossi)

Premesso che tale situazione si verifica in molti altri aeroporti del mondo, penso che il dovere dei giornalisti sia quello di evidenziare un comportamento non corretto dei piloti oggetto di tali avvicinamenti che ritengo pericolosi non per i bagnanti ma per la sicurezza del volo. Le regole prevedono il sorvolo della testata pista a 50ft (15mt circa). Dai filmati pubblicati non sembra che tali traiettorie siano state rispettate.