BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INDIA/ Il pilota è una donna. Un passeggero: Fatemi scendere, non voglio morire

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

LITIGIO CON LA MOGLIE - L’uomo si è calmato solo dopo che gli è stato detto che sarebbe stato fatto scendere dall’aeroplano, e che gli sarebbe stato riconsegnato il suo bagaglio. Un funzionario dell’aeroporto ha ammesso che c’era un uomo «mentalmente alienato» a bordo dell’aereo. Ma secondo fonti citate da The Times of India, il vero motivo per cui l’uomo si sarebbe opposto al fatto che una donna pilotasse un aereo, era che aveva avuto un aspro litigio con la moglie appena prima di imbarcarsi. La linea aerea IndiGo ha diffuso una nota in cui si afferma che al passeggero che doveva partire con il volo 6E 179 è stato chiesto di scendere a terra dallo staff di sicurezza dell’aeroplano dopo che «si è comportato in modo scorretto e ha mostrato mancanza di rispetto nei confronti dei membri del nostro equipaggio».

 

PILOTI IN GONNELLA - Nonostante lo scetticismo del signor Pramod Ambalekar, in realtà la storia dell’aviazione civile vanta un folto numero di piloti in gonnella. E a partire dalla seconda Guerra mondiale, diverse donne si sono distinte anche nel corso di operazioni dell’aeronautica militare. Nel campo civile, quella ad avere stabilito il maggior numero di record è forse Amelia Earhart, la prima donna ad avere attraversato in volo l’Atlantico nel 1928, la prima presidente di Ninety-Nines, organizzazione delle donne pilota, la prima donna a pilotare da sola un aereo dalle Hawaii al continente americano. Anche se la Earhart è scomparsa mentre tentava di stabilire il suo ennesimo record, nel 1937, trasvolando l’Oceano Pacifico.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >