BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NEW YORK/ I tassisti più pericolosi al mondo? Quelli della Grande Mela

Pubblicazione:

Taxi a New York  Taxi a New York

TENDENZA IN CRESCITA - Sempre più spesso infatti i tassisti si rifiutano di accompagnare i passeggeri fuori Manhattan, in quanto per loro è molto più conveniente circolare solo all’interno del centro storico di New York. La Taxi & Limousine Commission, l’autorità che rilascia le licenze e vigila sul rispetto della deontologia professionale, giusto alcuni giorni fa aveva segnalato che la tendenza dei tassisti a rifiutare i passaggi era in crescita, sollecitando i lavoratori a un comportamento più corretto.

 

CONDUCENTI AVVENTURIERI - La realtà dei tassisti newyorkesi è stata immortalata da un film degli anni ’70, «Taxi Driver», in cui Robert De Niro interpreta il ruolo di un giovane conducente, mezzo giustiziere e mezzo avventuriero, che si scontra con la dura realtà della sua città. Come scrive il sito taxi099.it, il tipico tassista di New York è oggi un quarantenne maschio di origine straniera. Ben il 90% delle persone che guidano le auto gialle proviene infatti dall’estero, per un totale di 80 Paesi di tutto il mondo, dall'Africa alla Russia, e parlano fino a 60 lingue differenti. Spesso quindi il passeggero si trova ad avere a che fare con un tassista che non sa l’inglese e non conosce le strade di New York. Salire sulle auto gialle non è quindi sempre un’esperienza raccomandabile, il minimo che può accadere è di perdersi insieme a una persona che parla solo arabo o russo.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >