BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

STORIE SHOCK/ I piloti più pazzi del mondo con cui non vorreste mai volare

Pubblicazione:

Una scena di L'aereo più pazzo del mondo  Una scena di L'aereo più pazzo del mondo

Le qualità richieste a un buon pilota di aeroplano sono calma, sangue freddo e razionalità. Ma non sempre, al momento giusto, le persone che hanno la responsabilità di un volo di linea dimostrano di essere all’altezza del loro compito. Ecco di seguito alcuni esempi che lo dimostrano.

 

FUORI CONTROLLO – Nel 2008, un volo di Air India diretto da Dubai a Mumbai ha sbagliato l’aeroporto di destinazione di oltre 350 miglia. Secondo l’Agence France-Presse (Afp), una fonte ha riferito a Times of India che i piloti stavano schiacciando un pisolino. Il rapporto ha dichiarato che i responsabili del controllo del traffico aereo si erano convinti del fatto che l’aereo fosse stato dirottato, al punto che avrebbero mandato un aereo da ricognizione per affiancare il volo di linea, «svegliando i piloti grazie al ronzio del motore e facendo sì che riportassero indietro l’aereo» dopo una brusca virata. Air India però ha smentito: il manager dell’aeroporto di Mumbai ha sostenuto che il velivolo avrebbe riportato un guasto al sistema di comunicazione.

 

DISTRATTI DA AUTO E RAGAZZE – Il regolamento vieta ai piloti di parlare durante il decollo e l’atterraggio per una buona ragione: volare è complicato. Secondo una trascrizione pubblicata dal National Transportation Safety Board, i piloti dell’US Airways Express, Thomas Joseph Morrow e Robert Eugene Saltsgaver III stavano chiacchierando di Corvette e dei trascorsi appuntamenti con ragazze durante il decollo da Charlestone, WV, agli inizi del 2008. Quando una luce di avvertimento ha indicato che gli alettoni erano fissati male, Morrow ha rinunciato a decollare. Secondo la CNN, il jet si è fermato «a circa 100 piedi da un ripido burrone». Per fortuna nessuno si è ferito.



  PAG. SUCC. >