BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VIAGGI/ Pianoforti a coda e camini: la lista dei furti più bizzarri negli hotel

Pubblicazione:

Un pianoforte come quello rubato  Un pianoforte come quello rubato

CAMINO DI MARMO - Quello che conta per un vero ladro professionista, però, non è l’utilità del furto in sé, che interessa solo a dilettanti e mercenari, quanto la soddisfazione di sgraffignare qualsiasi cosa, anche se poi non servirà a nulla. In molti casi si sconfina nella vera e propria cleptomania: numeri delle stanze, tende, asse da stiro, fiori, cardini delle porte, una spada medievale, un orso di legno alto 1 metro e 20, perfino un camino di marmo. Venere.com ha deciso però di assegnare il premio, non si sa quanto ambito, di «ladro dell’anno» a un signore che è stato scoperto mentre cercava di svignarsela nascondendo sotto la giacca la testa impagliata di un cinghiale selvatico.

 

LISTA DEGLI OSPITI DA EVITARE - Come scrive Repubblica Viaggi, proprio per evitare questo tipo di episodi gli hotel di tutto il Regno Unito hanno lanciato GuestScan: un database consultabile su abbonamento che consente di analizzare la «fedina alberghiera» degli ospiti. In tutto sono 10mila gli hotel che hanno aderito all'iniziativa e che grazie a GuestScan potranno scoprire quanto sono affidabili le persone di cui si stanno per accettare le prenotazioni. Una specie di «Daspo alberghiero», in cui si possono trovare i nomi degli ospiti da evitare: criminali, malviventi, ma anche clienti che hanno danneggiato una camera d'albergo, o chi se ne è andato portandosi via elementi dell’arredo.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >