BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PESCE D'APRILE/ Dalle burle di Orson Wells a quelle di Google: quale sarà quello del 2011?

Pubblicazione:

Il pesce pagliaccio...  Il pesce pagliaccio...


I PESCI D’APRILE DEL 2010 - 
Lo scorso anno, protagonista dei pesci d’aprile è stato ancora internet. Google ha, per esempio, annunciato una versione del suo traduttore “Google Translate” appositamente studiato per trasformare in parole i versi degli animali, con tanto di video spot con allevatori e pastori armati di cellulari con un’apposita applicazione per comprendere i bisogni di mucche, pecore e maiali. 
Sulla homepage del popolare motore di ricerca, proprio per il giorno del pesce d’aprile, campeggiava invece il logo Topeka, con l’annuncio che quello sarebbe diventato il nuovo nome dell’azienda di Cupertino. Il tutto per rendere omaggio alla città di Topeka (in Kansas) il cui sindaco aveva intenzione di farla chiamare Google City. 
Youtube aveva invece festeggiato il primo d’aprile annunciando l’arrivo della modalità di visualizzazione dei video “textp” che sostituiva i caratteri alfanumerici ai pixel. 
Il tutto per risparmiare “banda” e quindi per scaricare meno dati per guardare un video. Notevole il pesce d’aprile per i turisti di Copenhagen: al posto della celebre statua della sirenetta (che si trovava all’Expo di Shangai), è  comparso uno scheletro, con tanto di pinna caudale. 
Nell’informazione italiana, invece, il pesce d’aprile che ha avuto più eco è stata la notizia che Belen Rodriguez avesse deciso di girare un film con Tinto Brass, ripresa anche da alcuni telegiornali.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.