BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL RISTORANTE PIU' PICCOLO AL MONDO/ In Australia un ristorante in un bunker per sole due persone

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

Un piano ambizioso si propone di trasformare un bunker diroccato nella costa meridionale dello Stato australiano del New South Wale nel ristorante più piccolo al mondo. Ristrutturando completamente l’antico rifugio della seconda Guerra Mondiale sulla penisola della Hill 60, il punto più alto di Port Kembla dove nel 1940 si consumò una violentissima battaglia. Proprio in quel punto, sorgerà quello che è già stato definito il più piccolo ristorante del mondo.

A volte anche la guerra può lasciare dietro di sé non solo rovine o ricordi dolorosi, ma anche qualcosa di interessante. Durante la Seconda guerra mondiale, ad esempio, su larghi tratti di coste, dalla Normandia alla Liguria, e anche nell'Oceano Pacifico, furono costruiti moltissimi bunker. Li avevano edificati soprattutto i soldati nazisti, come forma di difesa per eventuali sbarchi delle truppe anglo americane sull'Europa da loro conquistata. Molti di questi edifici costruiti in potente cemento armato a prova di bombe esiste ancora, in stato di abbandono, sulle coste dove furono edificati. Se in Normandia essi sono stati il sepolcro di tanti soldati, in altre zone di fatto furono costruiti inutilmente. E' il caso della Liguria dove non ci fu mai alcun sbarco delle truppe alleate, eppure chi si avventura in zone come il Monte di Portofino troverà una serie impressionanti di bunker ancora intatti, le cosiddette batterie, perché all'interno custodivano potenti cannoni rivolti al mare. Nel tratto di ferrovia che collega le località di Chiavari e Sestri Levante c'è ancora oggi un bunker posizionato al di sopra di una galleria ferroviaria, messo lì per puntare il proprio cannone verso convogli di truppe alleate che di lì non passarono mai. Ma la sua visione incute ancor oggi un certo effetto.




  PAG. SUCC. >