BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VIAGGI/ I dieci paradisi a rischio da visitare prima che sia troppo tardi

Pubblicazione:

Le Everglades in Florida  Le Everglades in Florida

EVERGLADES – Questa terra umida di 2,5 milioni di acri, situata in Florida, comprende paludi di cipressi, mangrovie e savane di pini. Una schiera di pericoli stanno mettendo a rischio queste fragili aree umide: l’inquinamento dalle fattorie, specie animali invasive e lo sviluppo invadente. Per non menzionare il fatto che il 60 per cento dell’acqua della regione è stata dirottata alle città e alle fattorie vicine.

MADAGASCAR – Oltre l’80% della flora e della fauna del Madagascar non si trova da nessuna altra parte del mondo, grazie a milioni di anni di isolamento nell’Oceano Indiano al largo dell’Africa. Ma se non si farà nulla per salvare la quarta isola più grande al mondo, le sue foreste scompariranno in 35 anni (dalle 120mila miglia quadrate di un tempo si sono già ridotte a 20mila), e con loro gli animali unici al mondo che le abitano.

MALDIVE – La nazione è ricca di barriere coralline e pesci a rischio estinzione, come gli enormi Pesce Napoleone, lo squalo leopardo e circa 250 razze giganti. Pochi scienziati conservano però molta speranza per le Maldive, che sono la nazione con l’altitudine sul livello del mare più bassa al mondo. Soprattutto se il riscaldamento globale continuerà a sciogliere le calotte glaciali e alzare i livelli del mare.

I POLI – I fenomeni naturali qui sono unici e suggestivi: iceberg torreggianti, aurore boreali e animali maestosi, come pinguini, orsi polari e balene. Ma il Woods Hole Oceanographic Institute, il gruppo di ricerca non profit sugli oceani più grande a livello mondiale, ha annunciato che l’80% della popolazione del pinguino imperatore dell’Antartico morirà, e che il resto è a rischio estinzione, se il riscaldamento globale continuerà.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >