BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RICERCA CINESE/ Mucche con gene umano produrranno il latte per i bebè

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Una mucca Braunvieh della Svizzera  Una mucca Braunvieh della Svizzera

Mucche geneticamente modificate per produrre latte umano per i bebè. E’ l’esperimento dei ricercatori della China Agricultural University, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Public Library of Science One.

LATTE DI FRANKENSTEIN - Secondo gli esperti dagli occhi a mandorla, entro dieci anni i bovini saranno in grado di produrre latte pronto per essere venduto sugli scaffali dei supermercati. Gli attivisti anti-cibi transgenici annunciano battaglia, al grido di: «Non vogliamo il latte di Frankenstein». Le mucche geneticamente modificate hanno lo stesso aspetto di quelle «comuni», pur essendo molto più tondeggianti in quanto con il 20% di grasso in più. Ma soprattutto, la differenza sta nel latte che esce dalle loro mammelle, e che è arricchito da proteine umane come il lisozima, che difende i bebè dalle infezioni, o la lattoferrina, che rafforza le protezioni immunitarie.

«IDEALE PER I BEBE’» - La bevanda prodotta dalle mucche transgeniche contiene proprietà tali per cui «potrebbe essere un'alternativa all'allattamento al seno e ai vari latti artificiali che sono spesso criticati perché insufficienti dal punto di vista nutritivo per i bebè», scrive il giornale inglese Sunday Telegraph, edizione domenicale del quotidiano Daily Telegraph. In Cina le leggi sugli alimenti geneticamente modificati sono più permissive che in Europa. Anche per questo motivo, gli scienziati dei laboratori statali della China Agricultural University hanno introdotto geni umani in circa 300 bovini per produrre latte con le stesse proprietà di quello materno. Un latte, assicurano gli scienziati con gli occhi a mandorla, «altrettanto sicuro di quello prodotto dalle donne che sono appena diventate mamme».



  PAG. SUCC. >