BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DISCRIMINAZIONI SUI VOLI/ Un passeggero alto due metri viene obbligato a scendere dall'aereo

Pubblicazione:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

E' troppo alto, circa due metri, per stare seduto in aereo. I membri dello staff lo obbligano a scendere. E' successo negli Stati Uniti

I posti a sedere in aereo non sono il massimo della comodità, questo è un fatto risaputo. A meno che non abbiate le possibilità economiche per pagarvi un posto in prima classe dove comode poltrone sono sistemate con ampia spaziatura una dall'altra. Spazio per le gambe ristretto, vicini che spesso debordano addosso a voi, passeggeri davanti che si sdraiano su di voi spostando indietro lo schienale. Certo è che un signore americano, con il "difetto" di essere alto circa due metri, sapendo di andare incontro a qualche scomodità, non avrebbe mai pensato invece di essere sbattuto letteralmente giù dall'aereo. E' successo su un volo della compagnia area statunitense Horizon Air, per un volo che doveva portare dall'Oregon alla California. La compagnia aerea ha poi chiesto scusa e offerto un risarcimento, ma prima vediamo che cosa è esattamente successo. Tra l'altro, in America, non è la prima volta che succede un caso del genere…

Un signore alto due metri va a sedersi al posto assegnato sul volo che deve portarlo dall'Oregon alla California. Purtroppo la lunghezza delle sue gambe e il limitato spazio a disposizione gli procurano subito fastidi non da poco. Chiede di potersi andare a sedere su uno dei sedili singoli che si trovano in fondo all'aereo, presso le uscite di sicurezza.




  PAG. SUCC. >