BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

USA/ Bambino di 10 anni spara al padre neonazista: «Mi picchiava di continuo»

Pubblicazione:

Il gruppo neonazista di Jeff Hall  Il gruppo neonazista di Jeff Hall

LA PISTOLA NEL RIPOSTIGLIO - Il ragazzino dai capelli biondi ha aggiunto di essere entrato nel ripostiglio del genitore, avere estratto una rivoltella da uno scaffale in basso e avere sceso le scale. A quel punto ha mirato con l’arma all’orecchio del padre addormentato, sparandogli. Più tardi, ha raccontato invece che la pistola era sotto al letto. La matrigna, Krista McCary, è stata arrestata pochi giorni dopo ed è accusata di avere commesso nove delitti, che vanno dall’aver messo in pericolo un minorenne alla detenzione illegale di un’arma da fuoco. Il bambino invece è stato interrogato da un tribunale minorile. La corte ha nominato uno psicologo con il compito di fornire all’avvocato difensore tutte le informazioni necessarie sullo stato di salute mentale del bambino.

 

CADAVERE SUL DIVANO - Il vice difensore d’ufficio, Matt Hardy, si è rifiutato di commentare le accuse sugli abusi commessi da Jeff Hall sul figlio, limitandosi a far sapere di stare «esplorando tutte le possibilità» per la difesa del bambino. L’imputato non ha presentato alcuna memoria difensiva e tornerà in tribunale il prossimo 22 luglio. Stando al rapporto della polizia, il cadavere di Hall è stato trovato sul divano con una ferita d’arma da fuoco sul lato sinistro del cuore. Nelle ore successive allo sparo, McCary ha dichiarato agli investigatori che Hall picchiava, prendeva a calci e sbraitava contro il figlio per punirlo in quanto faceva troppo rumore e gli stava tra i piedi. La donna ha aggiunto che Jeff Hall era anche violento nei suoi confronti e che spintonava e sculacciava le sorelle più giovani del ragazzino.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >