BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VIAGGI/ Le dieci meraviglie sotterranee, dalle grotte dei 100 Budda a Dos Ojos

Pubblicazione:

L'esterno delle Grotte dei 100 Budda  L'esterno delle Grotte dei 100 Budda

Una delle esperienze più indimenticabili per chi va in vacanza è quella di scendere nelle profondità della Terra, nelle grotte più affascinanti del mondo, contemplando le meraviglie naturali e quelle realizzate dall’uomo, dalle gigantesche formazioni di cristallo all’arte dell’era glaciale. Ecco di seguito la top ten delle grotte mondiali, stilata dal sito web travelandleisure.com.

GROTTE DEI CENTO BUDDA (CINA) - Il più vasto ritrovamento dell’arte buddista cinese non è a Pechino o a Shangai, ma è sepolto in 492 grotte scavate dai monaci erranti sul volto di una scogliera desertica su un tratto isolato dell’antica via della Seta vicino a Dunhang. I monaci hanno decorato questi templi sotterranei con oltre 2mila sculture multicolori e complicate pitture in grado di coprire oltre 11 acri. I dipinti, che risalgono al periodo tra il quarto e il 14esimo secolo, forniscono una visuale sull’evoluzione dei modelli di vita di oltre mille anni fa, di gran lunga più interessante della media dei musei che si possono visitare tutti i giorni.

GROTTE DI WAITOMO GLOWWORM (NUOVA ZELANDA) – Lucciole bioluminescenti lunghe più di mezzo centimetro che irradiano una lucina blu oscillano dal pavimento di queste grotte fino alle lussureggianti colline subtropicali di North Island, in Nuova Zelanda. I turisti compiono il percorso su una zattera gonfiabile lungo il sotterraneo Waitomo River, guidati dalla Spellbound Glowworm & Cave Tours. Assuefacendosi lentamente al buio, contemplano ciò che sembra come un turchino cielo stellato. Le lucciole, con delle reti filamentose appiccicose e penzolanti per catturare degli insetti, sono presenti anche in molte altre grotte, ma la loro particolare concentrazione rende uniche al mondo quelle di Waitomo.



  PAG. SUCC. >