BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MARE/ A Cipro le spiagge più pulite, Italia solo al 16esimo posto in Europa

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Ansa  Foto Ansa

TURISMO A RISCHIO - Il fatto di avere trascurato la difesa dell'ambiente rischia di avere serie conseguenze per il nostro turismo, aggravando la perdita sempre più rapida di quote di mercato. E sempre secondo l’analisi di Repubblica, la tendenza al peggioramento risulta confermata analizzando i cosiddetti «valori guida» del rapporto dell’Agenzia Europea per l’Ambiente, cioè quelli che non si limitano a indicare la rispondenza a requisiti minimi bensì a livelli di qualità. Sempre secondo il dossier, «la qualità delle acque di balneazione si è deteriorata tra il 2009 e il 2010: il numero delle spiagge che raggiungono i valori guida è diminuito del 9,5 per cento», mentre per le acque di laghi e fiumi il calo è del 10,2 %. In totale solo il 79,5 % delle spiagge italiane raggiunge gli standard fissati dai valori guida, mentre nel 2003 era l'89 %.

 

IL COMMENTO DI POTOCNICK - La sicurezza delle spiagge europee «rimane alta, ma c'è spazio per un miglioramento», ha osservato il commissario europeo all'Ambiente, Janez Potocnick. «L'acqua pulita è una risorsa senza prezzo e non dobbiamo darla per garantita. Bisogna incoraggiare gli Stati a trasformare il leggero declino che abbiamo misurato quest'anno in una tendenza al miglioramento».

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.