BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DROGHE LEGGERE/ I costi sociali della legalizzazione della cannabis

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

Liberalizzare la marijuana potrebbe essere una soluzione per fare ripartire il Pil e risolvere il problema del debito pubblico? E’ la provocazione di alcuni esperti, secondo cui gli introiti per le casse dello Stato legati all’Iva sulla cannabis sarebbero di 2 miliardi di euro l’anno.

 

IVA SULLA MARIJUANA - Ammesso che chi compra e vende marijuana sia disposto a pagare l’Iva come un qualunque commerciante, e non preferisca contrabbandarla in nero anche dopo un’eventuale liberalizzazione. Ma per non gettare fumo negli occhi, occorre tenere conto anche dei costi sociali legati all’uso di droghe. Negli Stati Uniti si parla per esempio di 500 miliardi di dollari l’anno, che potrebbero anche salire se la marijuana fosse legalizzata. Un tema destinato a fare sempre più discutere, soprattutto dopo la sentenza della Corte di cassazione che ha rigettato il ricorso del procuratore generale della Corte d'appello di Catanzaro contro l'assoluzione di un ragazzo di 23 anni sorpreso a coltivare cannabis sativa sul suo terrazzo. Anche se probabilmente non si tratta di un caso isolato. Stando ai dati più aggiornati, nel 2010 in Italia le persone che consumano abitualmente droghe leggere hanno raggiunto quota 4 milioni, e si prevede che raggiungano 5 milioni nel 2012. Guido Blumir, esperto di tossicodipendenze e sociologo, ha stimato che la spesa annua per hashish e marijuana è di circa 10 miliardi di euro l’anno.



  PAG. SUCC. >