BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RISCALDAMENTO GLOBALE/ L’allarme: la recessione aumenta i gas serra

Pubblicazione:

Dei cartelli di protesta contro l'aumento dei gas serra (Foto: IMAGOECONOMICA)  Dei cartelli di protesta contro l'aumento dei gas serra (Foto: IMAGOECONOMICA)

La recessione economica ha fallito nel tentativo di tagliare le crescenti emissioni di anidride carbonica, mettendo a repentaglio la speranza di mantenere il riscaldamento globale a livelli sicuri. Le emissioni di gas serra l’anno scorso sono cresciute a ritmi da record, raggiungendo nel 2010 i livelli più alti mai raggiunti. E rendendo così impossibili da concretizzare le speranze di mantenere il riscaldamento globale entro livelli sicuri. E’ quanto emerge dai calcoli dell’International Energy Agency, pubblicati da Fiona Harvey sul Guardian.

 

UNA CRESCITA IMPRESSIONANTE - L’impressionante crescita significa che l’obiettivo di prevenire una crescita della temperatura di oltre 2 gradi Celsius – che gli scienziati definiscono come la soglia di un cambiamento climatico potenzialmente pericoloso – è probabilmente solo una «bella utopia», per usare le parole di Fatih Birol, a capo degli economisti della Iea. Per Birol, contrariamente alle previsioni, la più grave recessione degli ultimi 80 anni ha avuto un effetto minimo sulle emissioni. Lo scorso anno è stato riversato nell’atmosfera un livello record da 30,6 gigatonnellate di anidride carbonica. La fonte era principalmente il combustibile fossile, con un incremento di 1,6 gigatonnellate nel 2009. E’ quanto risulta dalle stime della Iea, considerate il parametro più attendibile per i dati sulle emissioni.



  PAG. SUCC. >