BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL MOSTRO DELL'HIV/ Inghilterra, un uomo ha infettato due donne senza dire che era malato

Pubblicazione:

L'uomo che infettava le sue amanti  L'uomo che infettava le sue amanti

Nkosinati Mabanda oltre alla condanna a quattro anni di detenzione ha ricevuto anche quella sorta di marchio dell'infamia che si usa in Inghilterra, la dichiarazione cosiddetta ASBO (Anti-Social Behaviour Order) che sta per comportamenti anti sociali e che lo obbliga a dichiarare il suo stato di portatore di Aids prima di avere futuri rapporti sessuali. Ma come si è giunti a scoprire la sua identità di malato e di infettatore? E' successo che due anni fa, dopo un lungo periodo di attività di propagatore del virus e di persona che metteva a repentaglio la vita degli altri, quella che era la sua amante del momento (o meglio, che pensava di essere l'unica del momento) trova nel suo cellulare un sms, un messaggio. Il messaggio proveniva da una donna sconosciuta, ma il contenuto era così preoccupante da convincerla a telefonare alla donna sconosciuta. Questa si presentò come la fidanzata di Mabanda. Lei non sapeva assolutamente che l'uomo che frequentava avesse una fidanzata.

Questa le disse che era meglio che facesse un test contro l'Aids perché l'uomo che frequentava era infetto. Fortunatamente il test si rivelò positivo, ma la donna non perse tempo: denunciò il suo amante alla polizia. Il quale confessò candidamente di sapere benissimo di essere malato. Da quel momento la donna si mise sulle tracce delle altre amanti dell'africano, riuscendo ad avvertirle tutte della situazione. Ch eha così commentato la brutta avventura: “Sono arrabbiata per quello che mi ha fatto e quello che potrebbe aver fatto ad altre donne. Mi fa piacere che sia stato punito, ma avrebbero dovuto condannarlo al carcere a vita perchè è quello a cui lui ha condannato me“.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.