BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SOPRAVVISSUTI/ Spade ficcate in fronte, chiodi nel cranio, forbici in pancia e tutti gli altri reduci "improbabili"

Pubblicazione:

Fotolia  Fotolia
<< Prima pagina

VIVE 4 ANNI CON UN COLLTELLO IN TESTA - 2011 Mer Li, 37enne di Yuxi, cittadina cinese, ha vissuto per 4 anni con coltello piantato in testa. E per 4 anni non se n’è accorto. Lo hanno scoperto i medici quando, recandosi in ospedale, i medici hanno scoperto che nel suo cranio albergava una lama di 10 centimetri. Non sapeva spiegarsi il perché facendo mente locale, si era ricordato che 4 anni prima, in una colluttazione con dei rapinatori, aveva avuto la peggio, ed era stato malmenato. Fu allora, probabilmente, che uno dei malviventi lo accoltellò. L’uomo è stato operato e la lama gli è stata estratta dalla testa.

IL PALETTO IN TESTA NELLA STRAGE DI OSLO - Anche nel corso del primo dei due attentati, ad opera di un folle di tendenze neonaziste, che hanno insanguinato Oslo si è verificato un caso del genere. Line Nersnaes, una donna di 50 anni, si trovava all’interno di un edificio colpito dall’autobomba, ma era sopravvissuta. L’esplosione aveva distrutto il telaio di legno di una finestra, e un frattempo di ampie dimensioni gli si era piantato nella testa, vicino alla tempia sinistra. La donna no si era accorta di niente. Semplicemente continuava ad accusare un forte mal di testa senza riuscire a spiegarsi il perchè

 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.