BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SQUALO BIANCO/ Capraia, avvistato un esemplare: allarmismo esagerato?

Pubblicazione:

Uno squalo bianco  Uno squalo bianco

Uno squalo bianco lungo circa quattro metri sarebbe stato avvistato al largo dell'isola di Capraia. Immediata la reazione dei bagnanti che per paura non entrano in acqua. Allarmismo esagerato? Ma lo squalo, poi, è stato visto veramente?

PSICOSI COLLETTIVA - E' il 21 giugno, quando un gruppo di biologi del museo fiorentino della Specola avvistano e filmano uno squalo bianco della lunghezza di circa quattro metri. Si trovano a circa sei miglia dalla costa, nel tratto di mare tra Capraia e la Corsica. Al loro ritorno lanciano immediatamente l'allarme. Benché la notizia arrivi ai media con una decina di giorni di ritardo, i turisti della zona ne vengono a conoscenza ben presto. E scatta il panico: i sub rifiutano di immergersi, molti bagnanti non entrano in acqua. Non è una scena del film Lo squalo di Steven Spielberg, ma ricorda piuttosto il panico creatosi circa un anno fa nel Mar Rosso, quando diversi turisti furono attaccati e uccisi da uno o più squali, tanto da generare un'ondata di panico enorme. Il gruppo di studiosi fiorentini stava effettuando una ricerca sui cetacei quando, secondo la loro testimonianza, si sono imbattuti nello squalo. Al proposito, Cecilia Volpi, una dei biologi che erano sull'imbarcazione, non ha dubbi: "Eravamo un gruppo di otto persone, con turni di quattro persone fisse a osservare l'acqua per identificare cetacei di vario tipo. A un certo punto, nel tardo pomeriggio del 21 giugno, ci trovavamo fra la Corsica e Capraia per fotografare alcuni delfini. C'erano tante pinne in acqua. Poi i delfini si sono allontanati e abbiamo notato che una pinna rimaneva fissa in acqua. Ci siamo avvicinati e ci siamo accorti che si tratta di uno squalo". Lo squalo sarebbe rimasto davanti a loro parecchio tempo per nulla indisturbato, anche se la stessa biologa non si dice sicura al cento per cento che fosse uno squalo bianco: avrebbe potuto essere anche uno squalo makò. Che è anche esso molto pericoloso per l'uomo. Ma è la stessa Volpi a buttare acqua sul fuoco: sono più pericolosi gli uomini per gli squali che viceversa. Lo squalo bianco, spiega, è una specie in via di estinzione, in molti gli danno la caccia per procurarsi le pinne e poi, se non viene molestato, non attacca l'uomo.




  PAG. SUCC. >