BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

QUALITA’ DELLA VITA/ In Australia e Canada 7 delle 10 migliori città al mondo

Pubblicazione:

Lo skyline di Melbourne  Lo skyline di Melbourne

E’ Melbourne, in Australia, la città dove si vive meglio in assoluto. E’ quanto emerge dall’ultimo rapporto dell’Economist Intelligence Unit, che ha stilato una classifica sulla qualità della vita in 140 città a livello mondiale.

 

TOP 10 DELLA VIVIBILITA’ - Nella top ten oltre a Melbourne compaiono Vienna, capitale dell’Austria, Vancouver in Canada, Toronto (sempre in Canada), Calgary (Canada), Sydney (Australia), Helsinki in Finlandia, Perth (Australia), Adelaide (Australia) e Auckland (Nuova Zelanda). Su dieci delle migliori città quindi quattro si trovano in Australia e tre in Canada. E come osserva il rapporto dell’Economist, non si tratta affatto di un caso. Secondo gli esperti infatti “sembra esserci una correlazione tra la tipologia delle città che si trovano in cima alla classifica. Quelle che ottengono i migliori risultati sono centri di medie dimensioni in Paesi ricchi con una densità della popolazione relativamente bassa. Questo può incoraggiare la diffusione di strutture per le attività ricreative, senza comportare gli alti livelli di criminalità delle metropoli sovrappopolate. Ed è per questo che sette delle città inserite nella top ten si trovano in Australia e Canada, Paesi la cui densità della popolazione è pari rispettivamente a 2,88 e 3,40 persone per chilometro quadrato”. Ma quali sono invece le città al mondo dove si vive peggio?

 

LE 10 CITTA’ PEGGIORI - Il centro con la qualità della vita in assoluto più bassa è Abidjan, in Costa d’Avorio. Ma nella classifica delle dieci peggiori città al mondo ci sono anche Teheran in Iran, Douala in Camerun, Karachi in Pakistan, Tripoli in Libia, Algeri in Algeria, Lagos in Nigeria, Port Moresby a Papua Nuova Guinea, Dhaka in Bangladesh e Harare in Zimbabwe.

 

L’EUROPA PEGGIORA - E se può non stupire che sei su dieci dei centri peggiori si trovino in Africa, osservando l’intera classifica si osserva che in generale le città europee registrano un abbassamento della qualità della vita. A causarlo è stata l’attuale crisi dell’eurozona, che ha colpito soprattutto la Grecia dove le misure per l’austerity e le conseguenti proteste hanno provocato una riduzione del 2,5% nel punteggio sulla vivibilità assegnato ad Atene. Quest’ultima è infatti la sola città dell’Europa Occidentale a essere sotto la soglia dell’80%, con un punteggio al di sotto di quelli di San Juan a Puerto Rico e a Montevideo in Uruguay.



  PAG. SUCC. >