BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GERUSALEMME/ Ragazzo trova assegno da 100mila dollari nel Muro del Pianto

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Il Muro del Pianto  Il Muro del Pianto

LA PROTESTA DEL RABBINO - La polizia starebbe indagando sul caso, pur avendo aperto un fascicolo anche sull’ipotesi che si tratti di una bufala diffusa ad arte. Non la pensa così però il rabbino del luogo santo, Shmuel Rabinovich, letteralmente indignato per il gesto del giovane di 22 anni. «Condanno qualsiasi tentativo di aprire le note. Si tratta di un atto blasfemo e di un affronto a questo “Muro sacro”», ha dichiarato. Nel frattempo il giovane però si è dileguato con l’assegno in tasca e ha dato incarico a un nuovo avvocato di Haifa di difenderlo. Probabile quindi che presto inizi un processo, che vedrà come parti contrapposte il Muro del Pianto e il 22enne.

 

LA PREGHIERA DI OBAMA - Nel luglio 2008 era scoppiata una polemica dopo che Obama, all’epoca candidato alla Casa bianca, aveva visitato il Muro del Pianto, e il quotidiano israeliano Maariv ne aveva pubblicato il bigliettino inserito nelle antiche fessure. Il futuro presidente aveva infatti deciso di pregare a Gerusalemme con il capo coperto da una kippah bianca. Ma uno studente di una yeshiva, la scuola religiosa ebraica, aveva rubato il biglietto, portandolo quindi nella redazione del secondo quotidiano del Paese, che aveva subito pubblicato quanto vi stava scritto. Su un biglietto intestato dell’hotel King David, il senatore dell’Illinois aveva scritto: «Signore, proteggi me e la mia famiglia. Perdona i miei peccati e aiutami a rimanere al riparo dall’orgoglio e dalla disperazione. Dammi la saggezza per fare ciò che è giusto. E rendimi uno strumento della tua volontà».



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >