BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCOPERTA CERN/ La gaffe della Gelmini sul tunnel tra Ginevra e il Gran Sasso

Il comunicato in cui il ministro Gelmini si è congratulata per l’esperimento condotto nel tunnel che collega Ginevra al Gran Sasso ha suscitato l’ilarità della rete.

Foto Ansa Foto Ansa

Doveva essere un comunicato di congratulazioni, come tanti, redatti, probabilmente, da qualche funzionario ministeriale; routine. Questa volta, tuttavia, il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini avrebbe fatto meglio a rileggerselo prima di destinarlo alla pubblicazione. Il comunicato in cui, infatti, rende onore ai ricercatori del Cern e dell'Istituto Nazionale di Fisica nucleare, che sono riusciti a dimostrare che la velocità della luce è superabile, si è trasformato in una clamorosa gaffe. «Il superamento della velocità della luce è una vittoria epocale per la ricerca scientifica di tutto il mondo», è l’esordio trionfale – come, del resto, è nello stile di comunicati del genere – delle otto righe. Che, se si fossero fermate qui, nessuno avrebbe avuto niente da ridire. Peccato che continuano con: «Alla costruzione del tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso, attraverso il quale si è svolto l'esperimento, l'Italia ha contribuito con uno stanziamento oggi stimabile intorno ai 45 milioni di euro».

Ebbene: in sostanza dal ministero sembrerebbero convito che tra la Svizzera e l’Abruzzo scorra in tunnel lungo 750 chilometri. Il popolo del web ha immediatamente reagito alla gaffe irridendo la Gelmini con una serie di battute pungenti; su Twitter, quelle contraddistinte all'etichetta #tunnelgelmini, sono balzate in cima alla classifica dei trend topic della piattaforma: si legge, ad esempio: «ma nel #tunnelgelmini ci sono le fermate tipo metropolitana?» domanda un utente. «Il Freccia Rotta è il nuovo treno superveloce, che, sfruttando il #tunnelgelmini, ti porta da L'Aquila a Ginevra in 38 nanosecondi», dice un altro. E ancora. «l'ingresso del #tunnelgelmini è la botola di Lost»; «Neutrini spaventati: il #tunnelgelmini è poco illuminato e pare sia infestato dall'abominevole Calderoli, noto divoratore di atomi...» e «La smentita definitiva: "il tunnel di cui si parla nel comunicato, non può essere per nessuna ragione inteso come un tunnel». Leggiamo, invece, su ForumSpinoza.it che il tunnel «Collegherà Paperopoli Con Topolinia»; opporre: «Beffati i NO-TaV» e «Berlusconi imbufalito, voleva fare un ponte».



IN EVIDENZA