BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

COMETA ELENIN/ Le teorie dei catastrofisti si sono "disintegrate"? Il commento dell'Osservatorio Apocalittico

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

LA FINE DI ELENIN - Tanta paura disciolta al Sole. E' quanto successo nel vero senso della parola: la cometa Elenin, che doveva passare nel suo punto più vicino alla Terra il prossimo 16 ottobre, si è disintegrata. L'arrivo del corpo celeste, che ha preso il nome dal suo scopritore, uno scienziato russo, aveva scatenato, come sempre in questi casi, tutta una lunga serie di teorie apocalittiche e catastrofistiche. Si sarebbe schiantata sulla terra; avrebbe fatto innalzare le maree e scatenato tsunami; non era una cometa, ma un pianeta in rotta di collisione con il nostro. Le comete, si sa, da sempre sono viste come portatrici di sciagure, ma questa povera Elenin se si fossero letti un podi dati scientifici davvero non poteva far paura. Almeno di non ritenere che fosse semplicemente un avviso della apocalisse prossima ventura, quella prevista nel 2012 dal famoso calendario Maya; secondo alcuni infatti Elenin era annunciata anche nel calendario in questione. Sta di fatto che la piccola cometa non ha retto alla potenza del Sole e quando si è avvicinata troppo si è disintegrata un tanti piccoli pezzettini, rovinando la festa anche a chi semplicemente voleva godersi lo spettacolo astronomico. Le comete infatti sono corpi celesti con qualche rassomiglianza con gli asteroidi, ma sono composti per la maggior parte di ghiaccio: più che disintegrata Elenin si è sciolta.


LA COMETA ERA GIA' STATA SCOPERTA NEL 1700: LEGGI LE TEORIE SU ELENIN E IL PIANETA MISTERIOSO

Ci sono poi comete che per via della loro orbita, tornano di frequente, ad esempio quella di Encke che, scoperta la prima volta nel 1786, ha un'orbita di soli tre anni circa e continua a venirci davanti. La famosa cometa di Halley invece si può osservare ogni 76 anni: la prima volta che la si vide fu addirittura nel 66 dopo Cristo. Prima di Elenin, la cometa che causò maggiori apprensioni e paure apocalittiche fu probabilmente la cometa Kohoutek, osservata la prima volta nel marzo 1973 e che il 26 dicembre dello stesso anno compì il suo perielio, il punto di minima distanza dal Sole. Si scatenarono un sacco di ipotesi catastrofistiche: David Berg, il fondatore della setta dei Bambini di Dio, annunciò che la cometa avrebbe causato un evento disastroso negli Stati Uniti nel gennaio dell'anno successivo In molti degli appartenenti alla setta abbandonarono il Paese, ma in realtà non successe un bel niente.





  PAG. SUCC. >