BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ALITALIA/ I piloti (Anpac e Up) chiedono a Cai un contratto diverso

Pubblicazione:martedì 21 ottobre 2008

Alitalia_pilotiR375_25sett08.jpg (Foto)

I sindacati chiedono a Cai di tornare alla vecchia formula del contratto separato dei piloti lasciando perdere la soluzione, trovata a Palazzo Chigi di una qualifica da dirigenti per i comandanti. Questo per superare la fase di stallo cui si è giunti nella trattativa per la definizione del contratto per le varie categorie.
In una nota congiunta Anpac ed Up spiegano che «nella giornata di ieri Anpac e Unione piloti sono state convocate da Cai in merito al costituendo contratto comandanti/dirigenti. Nella riunione serale, presenti anche i responsabili nazionali di Filt Cgil Piloti, Fit Cisl Piloti, Uilt Piloti, Ugl Piloti, dopo aver analizzato diverse possibili soluzioni di metodo, proposte da Anpac e Unione piloti, per superare l'attuale fase di stallo del confronto, è stata formulata la richiesta unanime da parte di tutte le organizzazioni sindacali e le associazioni professionali a Cai perché si ritorni ad una formula contrattuale tradizionale per comandanti e piloti».
«Viste le diverse specificità della categoria che, di fatto, rendono complessa, farraginosa e poco produttiva l'applicazione del contratto unico con relative Rsu e tenuto conto delle difficoltà nell'accettazione del concetto di comandante/dirigente da parte del sindacato confederale, tutte le sigle dei piloti - spiegano Anpac ed Up - hanno infatti considerato molto più utile, ai fini di una rapida e positiva risoluzione del confronto sulla stesura contrattuale, proporre a Cai la formula del contratto piloti separato e privo del ricorso alle Rsu».

La delegazione tecnica Cai presente «al tavolo ha ritenuto opportuno aggiornare la riunione a data da destinarsi per approfondimenti con la proprietà e con gli organi esecutivi in merito alle diverse possibilità emerse».
Anpac e Unione piloti auspicano che il confronto prosegua con sempre maggiore spirito costruttivo con l'obiettivo di ricercare le migliori condizioni operative future per la nuova compagnia di bandiera e che, col consolidamento di una maggiore fiducia reciproca, si possano superare le diffidenze che hanno caratterizzato la prima fase della trattativa.



© Riproduzione Riservata.