BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

ALITALIA/ Riggio (Enac): entro fine novembre istruttoria per licenza a Cai

Il Presidente dell’Enac ricorda che però la Cai dovrà intanto aver acquistato aerei, rotte ed equipaggi della vecchia compagnia

alitalia_code_aereiR375_20ago08.jpg(Foto)

L'istruttoria dell'Enac per licenze e autorizzazioni a Cai potrebbe essere chiusa entro il mese di novembre. Lo ha indicato il presidente dell'ente per l'aviazione civile, Vito Riggio, ricordando che in quel momento, per avere i necessari certificati, la Cai dovrà già aver rilevato da Alitalia «aerei, rotte, tutto quello che serve».

Gli imprenditori della cordata italiana, sottolinea Riggio a margine di una audizione presso la Commissione Trasporti della Camera, «stanno cacciando i soldi. E, in un momento difficile

Per le compagnie aeree, non so se definirlo un atto di coraggio, sicuramente è una cosa impegnativa. L'atteggiamento nei confronti di Cai deve essere di grande rispetto».

Sulla Cai, «che si propone come nuovo soggetto nel settore del trasporto aereo», ed ha quindi bisogno di tutte le necessarie autorizzazioni, «stiamo - dice Riggio - facendo una istruttoria sia economica che tecnica. Siamo confidenti sulla possibilità che entro questo mese sia pronta».

In quel momento, perché possano essere rilasciati licenza di volo e certificato di operatore aereo, «Cai dovrà già essere in possesso di aerei e rotte, e dei relativi equipaggi con tutte le abilitazioni. Dovrà avere i soldi per lavorare e tutto quello che serve per la sicurezza. Ci auguriamo che ci sarà

Tutto, al momento non possiamo saperlo. Lo speriamo».

Sull'altro fronte, quello del commissario straordinario che gestisce la ''vecchia Alitalia'', perché l'operazione vada in porto è necessario, ricorda il presidente dell'Enac, «riuscire a mantenere in vita la società» fino al momento della cessione di asset a Cai, «perché morta non si può vendere a nessuno».

© Riproduzione Riservata.