BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ALITALIA/ Settimana densa di impegni per Cai. Oggi l’incontro con i sindacati

La firma del contratto di acquisizione di AirOne, la scelta del partner straniero, il completamento delle assunzioni, il rilascio da parte dell'Enac dei certificati per poter volare sono gli ultimi impegni prima del “decollo” del 13 gennaio

alitalia_terminal1R375_1set08.jpg (Foto)

Cai procede verso il decollo della Nuova Alitalia il 13 gennaio, ma prima dello start up ha ancora alcuni appuntamenti importanti. Dalla firma del contratto di acquisizione di AirOne alla scelta del partner straniero, al completamento delle assunzioni, fino al rilascio da parte dell'Enac dei certificati per poter volare.

Oggi, intanto, riprende il confronto con i sindacati firmatari degli accordi per chiarire alcuni aspetti sui criteri di assunzione e domani dovrebbe essere deciso il futuro del servizio pulizie di bordo.

Anche per la vecchia Alitalia, il commissario straordinario, Augusto Fantozzi, ha davanti una serie di impegni, fra cui l'asta per gli asset che non sono interessati a Cai, come il cargo o la manutenzione pesante dell'Atitech.

Di cargo si parlerà anche stamattina nella riunione fra Cai e sindacati dedicata ai 1.689 piloti previsti nella nuova compagnia (nel pomeriggio ci sarà un incontro sugli assistenti di volo) ma non ancora tutti assunti. Si parlerà, tra l'altro, di parametri pensionistici, basi di lavoro, passaggi macchina.

Tre dei cinque MD11 (due degli aerei per il trasporto merci sono a terra per grandi lavori di manutenzione) dovrebbero essere ceduti ad Alis, società di Alcide Leali partecipata al 33% da Intesa SanPaolo e in cui Cai potrebbe entrare con una quota di minoranza. Sul totale di 135 piloti degli MD11 (55 sono comandanti) una quarantina ha i requisiti per la pensione mentre dei rimanenti alcuni dovrebbero essere assunti da Alis e altri essere addestrati per circa tre mesi poter pilotare aeromobili passeggeri (B777 e A320).

La firma al contratto con AirOne è attesa nei prossimi due giorni. Cai ha riconosciuto alla compagnia di Carlo Toto un valore di 300 milioni e in più si accollerà i debiti per gli aerei. L'integrazione fra Alitalia e AirOne darà vita a un network congiunto che servirà 70 destinazioni, di cui 23 nazionali, 34 internazionali e 13 intercontinentali, e un maggior numero di collegamenti diretti tra le principali città italiane. Le novità su orari, prenotazioni e acquisto di biglietti a partire dal 13 gennaio e programmi di fidelizzazione con accumulo di miglia sono indicate nei rispettivi siti web delle due compagnie.

Domani, infine, è prevista l'assemblea di Cai per il cambio del nome in Alitalia mentre entro i primi dieci giorni di gennaio ci saranno gli approfondimenti che porteranno alla scelta dell'alleato straniero.

© Riproduzione Riservata.