BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Sempre più “trasparenza” sui fondi sovrani

Pubblicazione:giovedì 10 aprile 2008

fondi2_FN1.jpg (Foto)

Fondi sovrani: un concetto ancora per addetti ai lavori, ma che diverrà sempre più comune dato il ruolo che stanno assumendo nell’economia e nella finanza mondiale, soprattutto in questi tempi di turbolenza.
Un problema reale è quello della trasparenza, del tutto “opaca” per la maggior parte di questi fondi. È quindi interessante l’intervista rilasciata un paio di giorni fa alla CBS da Gao Xiping presidente del fondo CIC (China Investment Corporation) che, nell’affermare l’indipendenza delle scelte del suo fondo dal potere politico, ha anche promesso di portare la trasparenza del CIC ai livelli del fondo sovrano norvegese, cui viene riconosciuto un elevato grado di trasparenza. Secondo alcuni commentatori americani, l’aver accettato l’intervista è già un ottimo segno.
Questi fondi, chiamati sovrani in quanto a proprietà statale, stanno ad esempio già partecipando in modo importante alla immissione di liquidità nei circuiti finanziari, aiutando a «ripristinare un clima di fiducia», come recentemente dichiarato dal Fondo Monetario Internazionale.
I più noti appartengono a paesi come Russia, Cina, India, Kuwait, Arabia Saudita, paesi ricchi di materie prime e di riserve valutarie, cui è da aggiungere la Norvegia, grazie al suo petrolio.
Questi fondi sono guardati con sospetto, perché si teme un loro utilizzo più per scopi geopolitici che per motivi puramente economici. In California, ad esempio, è in discussione in questi giorni una legge per contrastare l’investimento dei fondi pensione pubblici in società che abbiano rapporti con fondi sovrani di paesi in cui non vengono rispettati i diritti umani. Proprio ieri, peraltro, il governatore Arnold Schwarzenegger ha dichiarato che assicurare il rispetto di questi trattati spetta alle diplomazie e alle Nazioni Unite, non agli investitori professionali. I quali sembrano in effetti contrari a norme che ostacolino questo tipo di fondi.

(Foto: Imagoeconomica)


© Riproduzione Riservata.