BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ALITALIA/ Il giorno della verità

Pubblicazione:

Alitalia-AirOne_FN1.jpg

Un venerdì di fuoco quello che si prospetta per le sorti di Alitalia. E per più di un motivo.
Il primo riguarda la modifica della legge Marzano: da più parti infatti viene ritenuta indispensabile per non far fallire la bad company che nascerebbe dopo l’attuazione del “Piano Fenice” di Intesa-San Paolo. Ieri il Ministro Scajola ha dichiarato che questo argomento non verrà affrontato nel Consiglio dei ministri di domani. MF oggi scrive che questo preoccupa molto il presidente di Alitalia Aristide Police, dato che vorrebbe preservare una parte della compagnia dal fallimento. Senza la modifica legislativa, quindi, Police potrebbe anche rifiutare il piano dell’advisor e portare in tribunale i libri contabili.
Ma questo non è l’unica questione in ballo. Infatti, sempre domani, stando a La Stampa, Intesa Sanpaolo dovrebbe sottoporre l’approvazione di una bozza del piano Fenice al Cda. Un piano che contempla due diverse alternative, legate però da un filo comune: la partecipazione della AirOne dell’imprenditore Carlo Toto al rilancio della compagnia di bandiera.
La differenza sostanziale tra le due ipotesi è che nella prima, il piano A, Toto, attraverso Ap Holding, il veicolo che controlla AirOne, parteciperà - insieme a un gruppo di investitori industriali - all’aumento di capitale per salvare Alitalia. La nuova compagnia, la cosiddetta newco, acquisterà il ramo Alitalia per cassa e successivamente Toto incasserà denaro fresco cedendo alla nuova Alitalia il 100% delle azioni AirOne per cassa. Nel secondo caso, il piano B, invece Toto non parteciperà all’aumento di capitale ma la newco verrà capitalizzata solo da un gruppo di investitori, che potrebbero essere: il fondo Clessidra e i gruppi industriali Benetton, Ligresti, Gavio, Pirelli e Marcegaglia. Investitori che potrebbero apportare un capitale tra i 700 e gli 800 milioni. Anche in quest’ipotesi è previsto che la newco acquisti il ramo Alitalia per cassa. Solo successivamente l’imprenditore Toto conferirà il ramo AirOne in cambio di azioni della nuova compagnia di bandiera.
È chiaro, quindi, che in entrambi gli scenari Toto diventerà socio della nuova Alitalia, anche se resta ancora da definire quale peso avrà di preciso all’interno della compagine azionaria.

(Foto: Imagoeconomica)


© Riproduzione Riservata.