BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ALITALIA/ I piloti europei scrivono a Colaninno: non escluda l’Anpac

Pubblicazione:giovedì 25 settembre 2008

alitalia_personeR375_27ago08.jpg (Foto)

L'associazione che rappresenta oltre 38mila piloti europei sollecita il presidente della Cai, Roberto Colanninno, a coinvolgere pienamente i piloti Alitalia e il loro sindacato, l'Anpac, nelle trattative per rilanciare il vettore.
«È cruciale che i piloti trattino direttamente per la loro parte, piuttosto che farsi rappresentare dai sindacati confederali», afferma il presidente della European Cockpit Association, Martin Chalk,con una nota diffusa dopo l'intesa del Cai con Cgil, Cisl e Uil.
«Caro presidente - scrive Chalk - mi lasci esprimere il nostro auspicio che Alitalia resti sul mercato, da gruppo rafforzato sulla base di una piano industriale praticabile e una forza lavoro motivata. Per continuare a far volare Alitalia, siamo convinti che i suoi piloti, organizzati nell'Anpac, debbano giocare un ruolo costruttivo e prezioso».
«Per i piloti i requisiti su sicurezza, operatività e organizzazione differiscono rispetto a quelli della maggior parte delle altre categorie di lavoratori del settore. Anche se da un punto di vista da manager trattative separate possono apparire come 'gravose', sul lungo termine vanno nello stesso interesse della compagnia. In quest'ambito - conclude il sindacalista Ue - l'Eca mette con forza in guardia dai propositi di un modello contrattuale “buono per tutti”, che non sarebbe adeguato alla complessità e alle esigenze di sicurezza del settore».

 

Rispondi al sondaggio



© Riproduzione Riservata.