BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

SCIOPERO/ Bonanni: mobilitazione se Governo dimentica famiglie

Il segretario della Cisl apre alla possibilità di sciopero generale se l'esecutivo non tiene in considerazione i nuclei familiari

La Cisl è pronta a indire uno sciopero generale se Silvio Berlusconi e il suo governo penseranno solo alle imprese e non anche ad altri settori della società. E’ questo il pensiero di Raffaele Bonanni che durante la trasmissione Omnibus di LA7 ha lanciato questa minaccia. «Se si apre una discussione solo per le imprese per quel che mi riguarda proporrò io lo sciopero generale, perchè siamo stufi di pagare anche per altri. Se il governo vuole mettere le risorse solo per le imprese - ha aggiunto il numero uno del sindacato cattolico - è la volta che la Cisl va in piazza con molta molta forza, perchè è da molto tempo che chiediamo una disponibilità» verso le famiglie. Bonanni chiede una manovra unica per pensionati, lavoratori e imprese.

Intanto domani a Roma in Piazza Bocca della Verità gli insegnanti della Cisl manifesteranno per cambiare la manovra del Governo. Chiederanno di rivedere i tagli e i tempi di attuazione della riforma e soprattutto di avere risorse adeguate per il prossimo rinnovo contrattuale.

© Riproduzione Riservata.