BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIBATTITO/ Acqua privata, costosa e “sporca”: tutte le falsità sul decreto Ronchi

Pubblicazione:martedì 24 novembre 2009

Acqua_BicchiereR375.jpg (Foto)

In realtà, la scelta di non muoversi anche su tale fronte è una mancanza della riforma: la volontà del legislatore di limitare le intromissioni degli enti locali nella gestione dei servizi, per prevenire conflitti di interesse, in qualche misura entra in conflitto col fatto che le autorità d’ambito dipendono dai sindaci, i quali sono anche sovente gli azionisti di maggioranza delle società idriche. Una maggiore incisività, dunque, non avrebbe fatto male.

 

Quello che si è visto in Italia è uno spettacolo bizzarro di opposizione fortissima su qualcosa che non è mai esistito. Certamente il nuovo assetto non ci trasporta nel migliore dei mondi possibili: ma crea un mondo meno peggiore di quello che c’era in precedenza.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.