BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FINANZA/ L'allarme del Financial Times: l'economia è troppo drogata

aspiradenariR375_24set08.jpg (Foto)

E continua a salire visto che sempre il governo tedesco ha deciso di intervenire con una iniezione di liquidità d'emergenza a favore di WestLB, uno dei maggiori istituti regionali tedeschi con una decisione che segnala la persistente fragilità di un comparto creditizio che sta ancora lottando per ripulire le attività “tossiche” dai suoi libri contabili.

 

Lo rivelava ieri mattina sempre il Financial Times che, citando fonti vicine all'operazione, segnalava come secondo le bozze preliminari d'intesa Berlino fornirà un'iniezione di capitale iniziale da 3 miliardi di euro con la possibilità di fornire un ulteriore miliardo in seguito: i fondi erogati da Berlino potranno essere successivamente convertiti in quote azionarie fino al 49% del capitale dell'istituto. Per lo stato tedesco si tratta del maggiore intervento nel travagliato comparto delle Landesbank, che fino a oggi durante la crisi sono state sostenute dai rispettivi “padroni” regionali.

 

Germania, assets tossici non ripuliti e pronti ad esplodere come una bomba, la famosa bad bank che non nasce, il debito che schizza all'in su per la locomotiva d'Europa: anche queste cose non suonano nuove a ilsussidiario.net. Ora, però, i regolatori, i banchieri e i politici la smettano di fare come Tremonti e Brunetta e si rimbocchino le maniche: il tempo sta scadendo, la prima bolla da eccesso di liquidità potrebbe esplodere tra gennaio e febbraio. E allora, sì, saranno guai.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
26/11/2009 - Dubaaaaaiii! (alessandro giudici)

Spiace constatarlo, nonostante chi legge queste pagine, ma sembra proprio che si incominci con i nuovi scoppi a catena...