BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ARTIGIANO IN FIERA/ Storie di eccellenze da tutto il mondo

Pubblicazione:

 

Originale e molto utile l’ide presentata dalla Bed Up-Down di Alpignano (Torino), che realizza letti a scomparsa nel soffitto. Il progetto, creato da un’intuizione di Ciro Gatta, 46 anni, è unico al mondo, perché è l’unico sistema che prevede la scomparsa del letto senza la necessità di pareti, ma utilizzando un sistema motorizzato di sollevamento fino al soffitto, mediante cinghie pre-tensionate. Una volta arrivato al soffitto, tutto l’apparato scompare all’interno di un’intercapedine di cartongesso. E in molti casi, il fondo del letto è dotato di lampadario, così da essere utilizzato per illuminare l’ambiente durante il giorno.

Ma non è tutto: questa azienda presenta in Artigiano in Fiera il primo letto a castello e la prima doccia totalmente a scomparsa. Anche questa idea è venuta al titolare, intanto che suonava la fisarmonica: guardando il soffione dello strumento ha pensato che anche una tendina della doccia avrebbe potuto fare quel movimento, permettendone la piegatura senza usurarsi e mantenendo le proprietà impermeabili. Così, utilizzando un particolare trattamento, la tendina della doccia è completamente antimuffa. Queste soluzioni prevedono un risparmio, in termini di spazio, di circa 30 metri quadrati. Tutto il sistema, compreso trasporto, montaggio e garanzia costa 5.000 euro.

 

Ma non c’è solo genialità alla base dell’innovazione: è il caso del Panificio Cherchi di Giuseppe Pinna. La sua particolarità è di avere cambiato il modo di fare un prodotto estremamente tradizionale della cucina sarda come il pane carasau, cambiandolo completamente in forma e in sapore. L’idea, come a volte accade alle trovate geniali, è stata casuale: durante un processo di fabbricazione del normale pane Carasau, un utilizzo errato dei macchinari ha prodotto questo nuovo pane, quadrato (mentre il pane carasau è rotondo) e con una diversa combinazione di ingredienti. Per continuare a fare questo tipo di pane, il panificio ha dovuto modificare i classici macchinari che vengono utilizzati abitualmente. Il metodo di lavorazione è stato brevettato, ma è ancora coperto da segreto: per questo motivo il panifico Cherchi è l’unico al mondo a fare il suo prodotto, che già adesso viene esportato in diversi Paesi nel mondo, tra cui la Germania, il Canada e la Corea.

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO ">>" QUI SOTTO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >