BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CRISI/ La storia di Elismar, quando la persona fa la differenza

Pubblicazione:venerdì 18 dicembre 2009

FavelaBrasiliana.jpg (Foto)



I fenomeni di sviluppo che in questi anni sia AVSI sia altre esperienze ci hanno posto sotto gli occhi hanno il volto di persone cambiate. In Ecuador, in Perù, in Brasile, in Uganda, in Paraguay, ovunque, c’è sempre un’esperienza come quella di Elismar, giovane favelado di Salvador (Bahia) che di sé dice:

«È cambiato tutto! Tutto! Tutto, perché quando tu stai in un vincolo come questo del passato, tu non hai un orizzonte davanti a te. Il massimo che desideri è diventare un poliziotto per vendicarti di quello che hai sofferto, picchiare e aggredire. E quindi, a partire da opportunità come questa, l’opportunità di apprendere qualcosa di nuovo, si apre per te il mondo […] perché quando fai questo salto, esci da una palafitta, da quella situazione e ne incontri un’altra, tu cominci a credere in te, tu cominci a dire "guarda! io posso!"».

È un valore aggiunto decisivo, quello descritto, che dobbiamo imparare a guardare, perché è il primo passo dello sviluppo. Se impariamo a guardarlo noi, se ne facciamo esperienza fino in fondo, sapremo anche comunicarne l’importanza ad altri, donor, istituzioni e fondazioni. Quando lo sviluppo ha un volto, guardando lo si vede.

Il secondo elemento è che questo fa guadagnare efficacia anche nei risultati diretti dei progetti. La letteratura è piena di esempi di risultati inefficienti, a livello macro (gli aiuti che non si traducono in investimenti e in crescita: di questo si è già parlato su questo quotidiano), ma anche a livello micro. In Pakistan la costruzione di scuole non è servita ad aumentare il tasso di scolarizzazione delle ragazze. La cultura tradizionale non ritiene importante che esse vadano a scuola e nessuno “incontra” le famiglie e dialoga con esse per aiutarle a comprendere che invece lo è. Per questo quel metodo, che innanzitutto pone una presenza, è parte importante dell’efficacia dell’attività che si vien facendo. Continua nella pagina seguente...


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >