BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ALITALIA/ Nella lite tra Enac e Ryanair vince Alitalia

Pubblicazione:

Alitalia_RyanairR375.jpg

ALITALIA - Nella lotta tra Ryanair ed Enac ci sarebbe un solo vincitore: Alitalia. Lo sostiene il focus “La chiusura di Ryanair: il ruolo dell’ENAC e di Alitalia” di Andrea Giuricin, fellow dell’Istituto Bruno Leoni, che spiega le motivazioni dietro la chiusura delle rotte italiane da parte del vettore irlandese.

Scrive Giuricin: ”A partire dal 23 gennaio 2010 la prima compagnia aerea low cost in Italia e in Europa, Ryanair, che trasporta oltre 65 milioni di passeggeri l’anno chiuderà temporaneamente le rotte domestiche italiane. Questa decisione commerciale deriva dal fatto che la compagnia accetta sui propri voli i passeggeri che abbiano come documento d’identificazione solo la carta d’identità o il passaporto. Un passeggero Ryanair nel momento in cui decide di viaggiare con questa compagnia accetta dichiaratamente di presentare solo i documenti richiesti dal vettore stesso. È il cliente che clicca per accettare queste condizioni nel momento del check-in online. L’ENAC vuole imporre una misura che sfavorisce Ryanair, ma è chiaro che la decisione della compagnia non inficia sulla libertà di viaggiare dei cittadini italiani”.

 

PER CONTINUARE LA LETTURA DELL’ARTICOLO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
29/12/2009 - Ryanair (Guido Gazzoli)

credo che l'annosa questione Ryanair vada molto più in là delle teorie economiche..mi spiego meglio : si dovrebbe partire da un punto di vista diverso. Ryanair , come molte compagnie aeree europee, ha nel mercato italiano la sua seconda fonte di redditi . E fin qui niente di male...ma se analizziamo storicamente la cosa , questa leardership , come quella degli altri vettori , è figlia di un sistema politico che ha permesso l'anarchia più totale ed il non rispetto legislativo ,oltre che un susseguirsi di chinate di capo nei riguardi di una UE che altri Paesi Europei hanno sbeffeggiato a livello di direttive. Per anni ryanair ha fatto quello che ha voluto ed è stata una Compagnia di Stato che ,oltre ai finanziamenti dei vari aeroporti di secondo terzo e primo livello,ha goduto anche di una cecità completa sulle ripetute violazioni delle leggi del lavoro italiane, denunciate da varie OOSS. Certo che dopo la privatizzazione statalizzata di AZ è una bella lotta tra bari che del mercato , perdonate il termine, si sciacquano la bocca infischiandosene reciprocamente.Lo Sato dovrebbe tornare a fare il suo dovere e allora le cose si rislverebbero ,però mi pare che da lustri sia diventato una lobby di amici degli amici... 15 giorni fa c'è stat una riunione del commerciale AZ a Magliana : le conclusioni mi fanno pensare che mò chiamo a ugo Arrigo e gli chiedo i numeri del lotto!!! Guido Gazzoli