BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CRISI/ Dalla Cei un fondo che darà prestiti fino a 300 milioni per le famiglie in difficoltà

Pubblicazione:

 

La Cei risponde direttamente e in modo concreto agli effetti dell’attuale crisi economica e finanziaria: un fondo di garanzia da circa 30 milioni di euro in grado di generare prestiti bancari per 300 milioni da destinare alle famiglie in difficoltà a causa della crisi è stato istituito dalla Conferenza episcopale italiana grazie ad un accordo con l'Abi, l'associazione bancaria italiana.  Potranno farne richiesta di accesso le famiglie regolari con tre figli o malati a carico che abbiano perso ogni fonte di reddito.

 

Il meccanismo posto in atto dalla Cei è stato illustrato dal segretario generale della Conferenza episcopale, mons. Mariano Crociata, il quale ne ha anche approfondito il significato «di comunione e solidarietà» della Chiesa, consapevole «della gravità e dell'ampiezza della crisi finanziaria ed economica in atto». L’iniziativa era stata annunciata fin dal consiglio permanente dello scorso gennaio. Il fondo sarà finanziato con una colletta nazionale che si terrà in tutte le chiese italiane domenica 31 maggio, solennità di Pentecoste, ma vi si potrà contribuire anche per altre vie, per esempio attraverso conti correnti bancari da istituire ad hoc, in modo da favorire «azioni di solidarietà dentro e fuori dalla comunità ecclesiale».

 

«Non è un'elemosina ai poveri - ha tenuto a sottolineare il segretario della Cei - ma un intervento nel rispetto della dignità delle persone che potranno restituire quanto percepito, a tassi contingentati da definire e nei tempi loro possibili, quanto ricevuto». Se ciò non fosse possibile, interverrà il fondo di garanzia che, in caso di mancato utilizzo, sarà invece distribuito tra le diocesi per aiuti diretti».

 

 



© Riproduzione Riservata.