BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

CRISI/ Bernanke (Fed): fiducioso sulla condizione delle banche

L'impatto iniziale degli stress test è «incoraggiante»: i risultati degli esami condotti dovrebbero restituire un pò di fiducia al pubblico e agli investitori

bernanke_semaforoR375_21feb09.jpg(Foto)

L'impatto iniziale degli stress test è «incoraggiante»: i risultati degli esami condotti dovrebbero restituire un pò di fiducia al pubblico e agli investitori, visto che le istituzioni finanziarie sono state esaminate in modo ampio e rigoroso.

A pochi giorni dalla diffusione degli esiti degli stress test condotti sulle 19 maggiori istituzioni del paese, il presidente della Fed Ben Bernanke, invita le banche a condurre anche degli esami interni al fine di verificare l'esistenza di possibili ulteriori rischi. E si augura che nel giro di due o tre anni il ruolo del governo nelle banche si riduca drasticamente.

Sul fronte macroeconomico Bernanke constata che i rischi di deflazione stanno diminuendo e ribadisce l'impegno della Fed ad assicurare la stabilità dei prezzi. Il Fomc - spiega - individua un tasso di inflazione «appropriato» fra l'1,5%-2%.

Gli stress test hanno rivelato che le banche esaminate hanno bisogno complessivamente di 75 miliardi di dollari, di cui 33,9 per Bank of America e di 13,7 per Wells Fargo. «La banche, soprattutto quelle con attività di trading e di investimento, dovrebbero monitorare i rischi di liquidità e reputazionali» spiega Bernanke, evidenziando come gli esami rappresentano l'ennesimo tassello degli sforzi messi in campo dalla Fed e dal Tesoro per assicurarsi che le banche abbiano capitali sufficienti anche per affrontare un periodo economico particolarmente difficile.

«Le indicazioni iniziali sono incoraggianti» aggiunge il presidente della Fed, constatando come alcune banche sono già alla ricerca di investitori tramite i quali vendere azioni per rafforzare il proprio capitale, mentre altre hanno già annunciato l'emissione del debito senza garanzie della Fdic (Federal Deposit Insurance Corp, l'agenzia federale di assicurazione sui depositi) e questo - conclude Bernanke - è un segnale positivo.

Nel diffondere i risultati degli stress test il Tesoro e la Fed hanno fissato le condizioni per la restituzione dei fondi Tarp (Troubled Asset Relief program), fra queste figura l'emissione del debito senza garanzie dalla Fdic.

© Riproduzione Riservata.