BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TASSE/ Tempo scaduto per il 730, da oggi arriva il Mini-Unico sul web

Da domani i “contribuenti-simplex” che hanno perso il treno del mod. 730 avranno comunque la possibilità di utilizzare una nuova dichiarazione semplificata

Tempo scaduto per la presentazione del modello 730. La stagione delle dichiarazioni dei redditi supera l'ultima scadenza per i cittadini che dichiarano i propri redditi al fisco con il modello semplificato per eccellenza.

Ma da domani i “contribuenti-simplex” che hanno perso il treno del mod. 730 avranno comunque la possibilità di utilizzare una nuova dichiarazione semplificata. Debutta infatti quest'anno la versione mini di UnicoWeb, cioè una versione semplificata della dichiarazione che è possibile compilare direttamente su internet.

E, se con il modello 730 ad aiutare il contribuente sono i professionisti abilitati e i Caf, con UnicowebMini sarà il computer, via internet, a guidare passo per passo il cittadino che vuole compilare la dichiarazione dei redditi.

L'Agenzia delle Entrate ha così diffuso una mini-giuda in quattro passi, partendo dalla premessa: come per tutti gli strumenti fiscali che viaggiano sul Web anche il mini-Unico richiede una password.

Fai da te - «Fare tutto da soli? Semplice», sostiene l'Agenzia delle entrate. Occorre però prima avere un codice pin, che può essere richiesto tramite il sito internet dell'Agenzia - www.agenziaentrate.gov.it - compilando un apposito modello. Il sistema fornisce subito le prime 4 cifre del codice pin, mentre le successive 6 saranno recapitate direttamente a casa del contribuente entro 15 giorni, insieme alla password per il primo accesso. In alternativa, il pin può essere richiesto presentandosi, con un documento di riconoscimento, presso un qualsiasi ufficio dell'Agenzia. E non è tutto: anche il call center delle Entrate - che risponde al numero 848.800.444 - è a disposizione dei contribuenti che vogliono 'accreditarsi' per poter utilizzare i servizi online dell'Agenzia.

Dichiarazione su misura - Il sistema di dichiarazione sul Web, una volta ottenuto il Pin, consente di verificare il modello da usare rispetto ai redditi che si devono dichiarare. Basta usare questa password e il codice fiscale per aprire la pagina che consente di scegliere, con un brevissimo test, qual è il modello più adatto per lui. La versione mini è infatti dedicata ai contribuenti residenti in Italia che hanno percepito uno o più tipi di redditi tra: redditi di terreni e di fabbricati, di lavoro dipendente o assimilati, di pensione, derivanti da attività commerciali e di lavoro autonomo non esercitate abitualmente e che intendono fruire delle detrazioni e deduzioni per gli oneri sostenuti e delle detrazioni per carichi di famiglia e lavoro. Gli altri, invece, saranno dirottati su Unicoweb, ma non se si tratta di contribuenti soggetti agli studi di settore, con redditi da partecipazione o che devono presentare il modello Iva: questi ultimi, infatti, non potranno fare a meno di optare per Uniconline e dovranno, di conseguenza, scaricare sul pc il relativo software.

Compilazione - Grazie al test, però, non è necessario conoscere a menadito a quali condizioni è possibile utilizzare l'uno o l'altro software: basterà infatti rispondere a poche domande per la compilazione. Optando per la precompilata, l'applicazione mette inoltre a disposizione una serie di informazioni presenti nella dichiarazione Unico o 730 presentata nel 2008 e offre la possibilità di visualizzare i versamenti fatti nel 2008 tramite F24. Non bisogna essere necessariamente dei navigatori provetti: il sistema, infatti accompagna passo passo l'utente alla compilazione di quadri e righe, mostra all'occorrenza le istruzioni, segnala con icone e messaggi di errore eventuali incongruenze o dati inesatti. Ma il vantaggio più grande è non dover fare i calcoli: è il programma, infatti, che liquida l'imposta.

Stampa e trasmissione - «Click, e la dichiarazione è trasmessa», sintetizza l'Agenzia delle Entrate. Dopo aver compilato e confermato tutti i quadri, è infatti possibile stampare la dichiarazione, per rileggerla e controllarla sulla carta, o inviarla direttamente cliccando su Invia dichiarazione; una scadenza questa per la quale c'e' tempo fino al 30 settembre. La ricevuta sarà immediatamente disponibile alla voce Ricerca ricevute mentre, cliccando su F24 web sarà possibile pagare contestualmente le relative imposte tramite l'applicazione F24 da Unico web 2009 PF: in questo caso però le scadenze sono ravvicinate, il 16 giugno e il 16 luglio.

© Riproduzione Riservata.