BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PETROLIO/ Calo pesante dei consumi a maggio

Non si arresta la riduzione dei consumi petroliferi, che a maggio registrano in Italia una nuova pesante flessione, pari all' 8,5%. Lo rileva l'Unione Petrolifera

Non si arresta la riduzione dei consumi petroliferi, che a maggio registrano in Italia una nuova pesante flessione, pari all' 8,5%. Lo rileva l'Unione Petrolifera. I consumi si sono attestati a poco più di 6,1 milioni di tonnellate con una flessione di 565.000 tonnellate rispetto allo stesso mese del 2008.

Nei primi cinque mesi 2009 i consumi sono stati pari a circa 30,7 milioni di tonnellate, con una diminuzione del 9,2% (-3.102.000 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2008.

Per quanto riguarda il solo mese di maggio, i prodotti autotrazione, penalizzati da un giorno di consegna in meno, hanno rilevato le seguenti dinamiche: la benzina nel complesso ha mostrato un calo del 4,5% (-43.000 tonnellate) rispetto al maggio 2008, mentre il gasolio autotrazione del 4,1% (-92.000 tonnellate). La domanda totale di carburanti (benzina e gasolio) nel mese di maggio è così risultata pari a circa 3 milioni di tonnellate, con un decremento del 4,3% (-135.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2008.

Segno ancora positivo per il Gpl autotrazione che in maggio ha mostrato un progresso dell'1,1%. Negativo il contributo dei lubrificanti che, sempre in maggio, hanno fatto segnare un meno 24,4%.   L'Unione Petrolifera ricorda anche che a maggio «le immatricolazioni di autovetture nuove sono diminuite dell'8,6%, con quelle diesel che hanno rappresentato il 41,7% del totale (era il 51,3% nel maggio 2008)».

Maggio prosegue il trend registrato già dall'inizio dell'anno. Nei primi cinque mesi 2009, il calo del 9,2%, ha risentito della flessione della benzina che ha mostrato un calo del 5,7% (-257.000 tonnellate) e del gasolio del 6,4% (-695.000 tonnellate). Nei primi cinque mesi del 2009 la somma dei soli carburanti (benzina e gasolio) evidenzia così una flessione del 6,2% (-952.000 tonnellate). Nello stesso periodo le nuove immatricolazioni di autovetture sono risultate in diminuzione del 14,7%, con quelle diesel a coprire il 43,9% del totale (era il 52,7% nell'anno 2008).

© Riproduzione Riservata.