BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CRISI/ Cisl-Fp: Governo rispetti impegni presi

La Cisl Fp, in attesa della riunione del consiglio dei ministri, in programma domani, chiede al Governo di rispettare gli «impegni presi»

La Cisl Fp, in attesa della riunione del consiglio dei ministri, in programma domani, chiede al Governo di rispettare gli «impegni presi». In particolare, il sindacato rivendica la restituzione dei fondi tagliati dal ministro Tremonti e destinati alla produttività dei lavoratori delle amministrazioni centrali per poter avviare la contrattazione integrativa.

«La Cisl Fp - si legge nella nota - è soddisfatta della conclusione di tutti i rinnovi contrattuali 2008-2009 dei comparti pubblici che permette una adeguata risposta salariale a oltre un milione e mezzo di lavoratori e alle loro famiglie, anche in questo periodo di particolare difficoltà del paese», ma «chiede al Governo il completo ripristino delle risorse del FUA e delle leggi speciali per la contrattazione integrativa, attese da oltre 300 mila famiglie».

Il segretario generale della Cisl Fp, Giovanni Faverin, sottolinea che «con la firma del protocollo del 30 ottobre 2008 abbiamo avviato un percorso che ha portato alla firma in tempi rapidi dei contratti nazionali del pubblico impiego e con la firma definitiva del 30 aprile di quest'anno abbiamo iniziato a costruire nuovi assetti contrattuali che mettono al centro la qualità dei servizi e la valorizzazione dei lavoratori attraverso la contrattazione decentrata».

«Ora - continua nella nota il segretario - vogliamo veder rispettato l'impegno di ripristinare, entro il 30 giugno, le risorse e gli strumenti per la produttività di Ministeri, Agenzie fiscali ed Enti pubblici non economici per il 2009, rendendoli disponibili per la contrattazione decentrata».

«La Cisl Fp - conclude Faverin - si aspetta che il Governo realizzi rapidamente gli impegni assunti, e preveda, a partire dal prossimo documento di programmazione finanziaria (ora Dfp - Decisione di Finanza Pubblica) le risorse necessarie per il rinnovo dei contratti dei lavoratori pubblici del prossimo triennio 2010-2012».

© Riproduzione Riservata.