BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LAVORO/ Sapelli: viene prima del denaro e del potere

Pubblicazione:martedì 28 luglio 2009

All’origine della crisi economica che stiamo attraversando vi è anche il problema di come è stato concepito il lavoro negli ultimi venti anni. Lo sostiene Giulio Sapelli in un articolo di commento pubblicato oggi sul Corriere della Sera.

Secondo lo storico dell’economia milanese, «gli incentivi materiali, ossia i premi in denaro, avevano sostituito quel sentimento di orgoglio professionale, quella fedeltà all’azienda e ai suoi proprietari, che ha consentito la costruzione, per secoli, di quella società industriale e post industriale di cui siamo tutti figli». «Tutto ciò - spiega Sapelli - è stato messo a repentaglio da una filosofia dell’arricchimento immediato che è alla radice del nichilismo odierno. Questo è potuto accadere perché, a parer mio, abbiamo perso, in questi ultimi venti anni, il senso delle proporzioni. Ossia l’importanza che, nel condurre gli affari umani, economici o meno, hanno l’esperienza, la fedeltà al lavoro e nel lavoro, nel rapporto fecondo tra le generazioni e tra tutte le culture che contribuiscono a fare del lavoro medesimo il significato ultimo dell’avventura umana, prima del denaro e del potere».



© Riproduzione Riservata.