BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

CRISI/ Di Pietro: il Pil reale arriverà al -8%

Il leader dell’Italia dei Valori critica l’operato del governo Berlusconi con un intervento scritto sul suo blog

Il leader dell’Italia dei Valori Antonio Di Pietro dal suo blog interviene sul tema della crisi economica, dopo le stime sul Pil diffuse ieri da Confcommercio. «Chiuderemo nel 2009 con un Pil reale vicino al -8%: è questa la verità», scrive Di Pietro.  «L'Italia –aggiunge - dicono abbia sentito meno la crisi rispetto agli altri Paesi occidentali. Pura illusione riconducibile a tre motivi principali: da una parte non sono stati diffusi i numeri della crisi e della disoccupazione, che continuano a essere trattati come un'estrazione del Lotto; dall'altra sono state salvate le banche, che però non hanno salvato le aziende; e infine l'amministrazione pubblica italiana ha riversato sul debito pubblico, sui servizi e su qualche migliaio di precari il costo della crisi».

Una stoccata al governo Berlusconi che dovrà cominciare a preoccuparsi, secondo il leader dell’Idv, dopo l’estate. Scrive infatti Di Pietro, che in autunno «l'alchimia di governo non riuscirà a spiegare ai cittadini come mai le aziende continueranno a chiudere copiose e prive di ammortizzatori sociali per i propri dipendenti».

© Riproduzione Riservata.