BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CRISI/ Fmi: restano ancora sfide serie da affrontare

«Restano da affrontare serie sfide», ma «ci sono incoraggianti segnali di stabilizzazione». Lo dice il direttore generale dell'Fmi

«Restano da affrontare serie sfide», ma «ci sono incoraggianti segnali di stabilizzazione». Lo dice il direttore generale dell'Fmi. Dominique Strauss-Kahn sostiene che «l'aumento delle risorse a disposizione e una maggiore flessibilità hanno consentito all'Fmi di sostenere meglio i paesi emergenti». «Rispetto alle crisi precedenti - spiega Strauss-Kahn - la stabilizzazione arriva prima, ma per una ripresa ci vorrà tempo».

Il ritiro delle accomodanti politiche di sostegno all'economia durante la crisi e le riforme strutturali «saranno necessarie per ridurre gli ampi deficit e limitare il debito pubblico». Lo si legge nel rapporto interno dell'Fmi presentato stamani in cui si ripercorrono i programmi appoggiati dal Fondo in favore dei paesi emergenti per affrontare la peggiore crisi dagli anni '30.

«Serve pazienza e determinazione per aiutare le imprese, ricostituire la fiducia delle famiglie e per il ritorno in salute delle banche e dei loro conti». Nel rapporto l'Fmi valuta positivamente, infine, i programmi attuati, sottolineando che «'hanno funzionato».

© Riproduzione Riservata.