BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

IL CASO/ L'impresa di “matti” che scala l’Europa alla faccia della crisi

Solidarieta_IntrapresaR375.jpg(Foto)

Così, conclude Benini: «Oggi vendiamo in Italia, ma soprattutto in Europa, con contatti e verifiche anche in altri Stati. Non è un punto d’arrivo, anzi una sfida con il mercato sempre aperta, anche perché oggi non basta neanche il prodotto, che comunque nel migliore dei casi va sempre migliorato, diversificato, con un grosso lavoro di ricerca e sviluppo a cui dedichiamo molte energie. La soddisfazione più grande è che intorno a tutto ciò ci sono i miei 170 ragazzi disabili che a vario titolo rendono possibile questo “miracolo”, e la fedeltà a quello “stupore” per la positività del Reale che ci apre continuamente e che costantemente ci rimette in moto».

 

Pertanto, anche il non profit produce ricchezza e sviluppo, come in questo caso, sebbene solitamente si creda il contrario.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
28/01/2010 - Folli d'amore. (claudia mazzola)

Che bella questa storia, fa passare la crisi nella testa. Io con la scuola di comunità ho potuto stare con drogati e matti. Qui nel mio quartiere con le persone più disagiate ho ottimi incontri. Chissà perchè mi trovo bene con i folli!