BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA/ Come amplificare le proprie performance utilizzando strumenti finanziari alternativi

borsa_indexR375.jpg(Foto)



Altro vantaggio, a cui accennavamo all’inizio dell’articolo, è la leva finanziaria incorporata proprio nel prodotto, si arriva sull’azionario fino a 20 volte, ovvero disponendo di un capitale di soli 1.000 euro da depositare sul proprio conto trading si possono acquistare azioni per un controvalore di 20.000 euro.

Non male per gestire le proprie posizioni professionalmente e per avere della liquidità sempre a disposizione per aprire nuove posizioni e soprattutto per gestire il rischio del proprio portafoglio, non dimenticando di poter guadagnare sia al rialzo che al ribasso, quindi si può tranquillamente evitare di subire i crolli di borsa, ma addirittura di essere in grado di trarre profitto in qualsiasi condizione di mercato e, tra l’altro, su qualsiasi mercato. Infatti l’interesse per le materie prime e le valute è fortemente aumentato negli ultimi anni e continuerà indubbiamente ad aumentare.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
11/01/2010 - Effetti collaterali (orietta ceriani)

Il problema maggiore per chi opera in borsa non credo sia la liquidità, ma il volgarmente detto "beccarci" ossia essere long quando il titolo sale e short quando scende. Basterebbe poi non avere niente quando scende, che già sono affaroni!. E' chiaro che le "performance amplificate" del titolo valgono anche per quelle negative: ergo, se si sbaglia un pò il timing quei 1.000 euro si volatizzano in un attimo.

 
09/01/2010 - Short (Gianni Grandi)

Utilizzo questi tipi di strumento per non pagare lo short sui titoli che in effetti in Italia è davvero molto oneroso. Meno male che ora anche in Italia è possibile utilizzare i CFD.