BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ 1. Pelanda: un doppio pericolo incombe sull’Italia

Pubblicazione:

G7_FMI_091010R400.jpg

In generale, stampare moneta per finanziare un debito crescente (la sterlina, per inciso, sta seguendo il dollaro su questa brutta strada) o svalutare in modo artificiale sono cause di inflazione. Quindi l’Eurozona rischia sia la stagnazione per minore export sia più inflazione importata dal globo, il secondo rischio meno evidente ora, ma più pericoloso tra poco. La Bce, infatti, è più infuriata con l’America, perché esporta inflazione, che non con la Cina poco collaborativa. E manca un soggetto o luogo di governo che eviti il disastro. Ci sarà?

 

Non credo, pur non potendolo escludere. Da un lato le nazioni non sono disposte a un accordo monetario vero, dall’altro nessuna vuole il disastro. Pertanto la Riserva federale stamperà meno dollari di quanti ora si pensa, la Cina non rivaluterà, ma farà concessioni stabilizzanti in altri settori, la Bce interverrà riservatamente per limitare il rialzo dell’euro. Ritengo che si eviterà il disastro globale, ma l’Italia resterà comunque sfavorita nel suo export. Quindi stimolare la nostra crescita interna è più urgente che mai.

 

www.carlopelanda.com



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
11/10/2010 - emettere titoli in € dalla BCE (attilio sangiani)

Glu U.S.A. si sono largamente finanziati sul mercato mondiale dal 1944,godendo del privilegio di disporre dell'istituto di emissione della moneta mondiale. Se ora tale funzione passa,almeno in parte,all'area Euro,non potrebbe la BCE godere dello stesso privilegio e "stampare moneta" a costo zero da far mettere tra le riserve delle varie nazioni ? Con i capitali così raccolti potrebbe finanziare investimenti e consumi nelle nazioni Euro,allentando le rigide norme del "patto di stabilità " ?

 
11/10/2010 - doppio pericolo? (celestino ferraro)

Chiarissima la patologia: qual è la terapia? CF