BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BORSA/ Indicazioni e analisi tecnica dei mercati al 4 ottobre 2010

Pubblicazione:

orso_toro_managerR400_4ott10.jpg

Anche venerdì ha prevalso l’incertezza a Wall Street, dove tuttavia è stato archiviato un settembre in netto progresso. Non sono bastati i dati migliori delle attese sul fronte occupazionale per consentire ai listini di continuare la fase rialzista. Le nuove richieste di sussidi di disoccupazione nell'ultima settimana sono scese a 453.000 unità, in misura superiore alle previsioni degli analisti che si attendevano un calo più contenuto, a 458.000unità.

Migliori delle attese anche il Prodotto interno lordo, la cui lettura definitiva relativa al secondo trimestre ha evidenziato un incremento dell’1,7%, superiore al consensus che era per una conferma del dato preliminare, a +1,6%, e l’indice Chicago Pmi che a settembre è salito a 60,4 punti dai 56,7 del mese precedente, sorprendendo gli analisti che si attendevano un calo a 56 punti.

 

S&P500

Dopo il consolidamento di questa settimana, il quadro tecnico rimane immutato rispetto a settimana scorsa. Solo il deciso superamento di area 1,150 ci porterebbe a considerare nuovi obiettivi rialzisti (area 1,170). Rimane evidente la difficoltà del listino americano data anche dalla debolezza che viene segnalata con la divergenza ribassista tra MACD e prezzi e lo STOCASTICO che non riesce a mantenersi sopra area 80, chiaro segno di indebolimento del trend principale.

 

 

NASDAQ

Anche per il listino tecnologico permane il quadro tecnico della scorsa settimana: oramai sono a portata di mano i massimi di aprile 2010 in area 2.050 punti, il tutto sostenuto dalle medie mobili, da massimi e minimi crescenti (segnali evidenti di un trend rialzista). Il MACD che nel medio periodo sostiene l’uptrend, nel breve si sta indebolendo, lo STOCASTICO non mantiene area 80 ed è quindi un altro segnale di debolezza. I supporti da tenere in evidenza sono area 1,130 e 1,120, mentre un superamento di area 2,050 porterebbe a nuovi scenari rialzisti (ma rimaniamo cauti….).

 

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO


  PAG. SUCC. >