BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BORSA/ Indicazioni e analisi tecnica dei mercati al 1° novembre 2010

La settimana appena trascorsa, spiega ALESSANDRO SPATARO ha lasciato inalterata la situazione di incertezza che regna da qualche tempo

Orso_Toro_ManagerR400.jpg (Foto)

La settimana appena trascorsa ha lasciato inalterata la situazione che stiamo evidenziando da qualche settimana: incertezza. Sul fronte macro il pil americano nel terzo trimestre e' cresciuto del 2%, in linea con le attese degli analisti. I dati diffusi mostrano come l'economia americana abbia accelerato rispetto al trimestre precedente, quando era cresciuta dell'1,7%. A spingere il pil nel terzo trimestre sono stati i consumi, cresciuti del 2,6%, accelerando quindi rispetto al +2,2% del secondo trimestre e al +1,9% dei primi tre mesi dell'anno. Nonostante il miglioramento, i consumi restano al di sotto dei livelli nei periodi seguiti alle precedenti recessioni americane: nei quattro trimestri che hanno seguito la recessione del 1982, le spese dei consumatori sono salite fra il 4% e l'8%. Le spese dei consumatori americani spingono il pil crescendo, nel terzo trimestre, del 2,6%: si tratta dell'aumento piu' forte dal quarto trimestre 2006. E' quanto emerge dai dati diffusi dal Dipartimento del Commercio, che segnalando un raffreddamento dei prezzi, con l'indice Pce (personal consumption expenditures) che segna un +0,8%, l'aumento piu' contenuto dal quarto trimestre 2008. Nei tre mesi precedenti l'indice aveva segnato un +1%.

S&P500

Lungo periodo: da inizio 2009 il trend è chiaramente positivo come conferma la trendline positiva mar2009-lug2010-ago2010. Le medie mobili a 15 e 100 settimane confermano l’uptrend, mentre grande attenzione dobbiamo porre alla MM200 settimane. Come si può vedere i prezzi la stanno testando in queste settimane. Investire dunque adesso è un grande azzardo, aspettiamo che il vero trend di lungo periodo si sveli definitivamente.

 

 

Medio e Breve periodo: il trend è ancora positivo anche se notiamo già da diverse giornate l’indebolimento del MACD che non conferma più il trend positivo di breve. I prezzi stanno testando come supporto dinamico la MM15 giorni, la cui violazione al ribasso aprirebbe la strada per un ritracciamento abbastanza pronunciato fino al test della MM200 in area 1,130. Long sopra 1,200 con obiettivo di breve 1,220.